• images/stories/slide/984338slide.jpg
  • images/stories/slide/slideb.jpg

Nuove disposizioni in vigore dal 1° luglio 2005.


Dal 1° ottobre 2004 è entrata in vigore la Delibera n° 40/04 dell’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas, con le modifiche e le integrazioni introdotte dalla Delibera n°129/04, che prevede azioni e obblighi finalizzati a garantire la sicurezza degli impianti gas utilizzati dai clienti finali.
Tale Delibera non si applica agli impianti destinati a cicli produttivi industriali o artigianali.

L’attuazione della Delibera n°40/04 avverrà in tre fasi:


A) la prima fase (titolo II della Delibera n°40/04), relativa agli impianti di utenza nuovi, è entrata in vigore il 1° ottobre 2004; l’art. 18.1 della Delibera n°40/04, come    modificato dalla Delibera n°43/05, prevedeva la possibilità per le Società di distribuzione di applicare, fino al 30 giugno 2005, la modalità transitoria (allegato E).

B) La seconda fase (titolo III della Delibera n°40/04), relativa agli impianti di utenza modificati o riattivati, entrerà in vigore dal 1°ottobre 2005.

C) La terza fase (titolo IV della Delibera n°40/04), relativa agli impianti di utenza in servizio, entrerà in vigore dal 1°ottobre 2006.

Ciò premesso, si rendono note ai Clienti finali e agli Installatori interessati, le procedure da seguire e la modulistica da adottare, a partire dal 1°luglio 2005, per le richieste di attivazione di nuovi impianti di utenza.

Cosa fare prima dell’attivazione della fornitura - richieste pervenute al venditore entro 31 marzo 2007 (norme transitorie art. 18, Titolo II)
a) Impianti di utenza nuovi ricadenti nel campo di applicazione delle Legge n° 46/90 (uso abitativo, attività scolastiche, conventi e simili, studi professionali, sedi di persone giuridiche e private, sedi di associazioni o di circoli)
E’ necessario che il Cliente consegni ad EUROGAS s.r.l. , per la successiva trasmissione al Distributore competente, la seguente documentazione:

- ”Richiesta di attivazione della fornitura di gas”, debitamente compilato e sottoscritto dal Cliente
Allegato a standard (129 Kb) (Agg: 15-02-2006)  (1)

- “Attestazione di corretta esecuzione dell’impianto”, debitamente compilato e sottoscritto dall’Installatore e corredato degli ulteriori allegati tecnici obbligatori indicati nel modulo stesso.[vedi dichiarazione sostitutiva]
Allegato b standard (116 Kb) (Agg: 15-02-2006) (2)


Dichiarazione sostitutiva (17 Kb) (Agg: 15-02-2006) (3)


b) Impianti di utenza nuovi NON ricadenti nel campo di applicazione della Legge n°46/90 (edifici pubblici e provati destinati a pubbliche finalità, uffici, società, attività commerciali, attività industriali e agricole, banche, luoghi di cura, produzione di beni e servizi, edifici di culto)
E’ necessario che il Cliente consegni ad EUROGAS s.r.l. , per la successiva trasmissione al Distributore competente, la seguente documentazione:

- “Richiesta di attivazione della fornitura di gas”, debitamente compilato e sottoscritto dal Cliente;
Allegato c standard (148 Kb) (Agg: 15-02-2006) (4)


- “Attestazione di corretta esecuzione dell’impianto”, debitamente compilato e sottoscritto dall’Installatore e corredato degli ulteriori allegati tecnici obbligatori indicati nel modulo stesso.[ vedi dichiarazione sostitutiva ]
Allegato d standard (108 Kb) (Agg: 15-02-2006) (5)


Dichiarazione sostitutiva (17 Kb) (Agg: 15-02-2006) (6)


La documentazione di cui sopra, A + B + allegati obbligatori o C + B + allegati obbligatori, sarà fatta pervenire da EUROGAS s.r.l. alla Società di distribuzione competente per gli accertamenti documentali previsti (vedi anche sezione costi).
Nel caso di documentazione incompleta o non correttamente compilata e sottoscritta, l’attivazione della fornitura non potrà essere effettuata e il Cliente, per ottenere l’attivazione della fornitura, dovrà ripresentare tutta la documentazione prevista.


Cosa fare prima dell’attivazione della fornitura - richieste pervenute al venditore a partire dall’1 aprile 2007 (art. 16, Titolo II)
E’ necessario che il Cliente consegni ad EUROGAS s.r.l. , per la successiva trasmissione al Distributore competente, la seguente documentazione:
Modulo Allegato H “Conferma della richiesta di attivazione della fornitura di gas” compilato e sottoscritto dal cliente finale che richiede l’attivazione della fornitura di gas;

Allegato H (105 Kb) (Agg: 02-04-2007) (7)


Modulo Allegato I “Attestazione di corretta esecuzione dell’impianto” compilato, timbrato e sottoscritto dall’installatore che ha realizzato l’impianto d’utenza, e completa di tutti gli allegati obbligatori per legge:
■      progetto (per gli impianti con obbligo di progetto);
■      relazione con tipologie materiali utilizzati;
■      schema di impianto realizzato;
■      copia in corso di validità del certificato di riconoscimento dei requisiti tecnico-professionali* dell’installatore o della visura camerale* nella quale sono riportati i medesimi requisiti;
■      riferimento a dichiarazioni di conformità precedenti o parziali già esistenti

Allegato I (149 Kb) (Agg: 02-04-2007) (8)



La documentazione di cui sopra sarà fatta pervenire da EUROGAS s.r.l. alla Società di distribuzione competente per gli accertamenti documentali previsti (vedi anche sezione costi).
Nel caso di documentazione incompleta o non correttamente compilata e sottoscritta, l’attivazione della fornitura non potrà essere effettuata e il Cliente, per ottenere l’attivazione della fornitura, dovrà ripresentare tutta la documentazione prevista.



Cosa fare dopo l’attivazione della fornitura

Una volta attivata la fornitura, il Cliente deve far pervenire, entro 30 giorni dall’attivazione della fornitura, al recapito della Società di distribuzione competente:
- la dichiarazione di conformità alla Legge n°46/90 (priva di allegati), dalla quale deve risultare l’effettuazione con esito positivo delle prove di sicurezza e funzionalità previste, rilasciatagli dall’Installatore
oppure
- una dichiarazione equivalente, sempre rilasciatagli dall’Installatore (per gli impianti di utenza che non ricadono nel campo di applicazione della Legge n°46/90).

Nel caso la documentazione di cui sopra non pervenga entro 40 giorni solari dall’attivazione della fornitura, la Società di distribuzione competente è tenuta a sospendere la fornitura (vedi sezione costi) al Cliente, previo preavviso di almeno 2 giorni lavorativi.

Le dichiarazioni di cui sopra vanno inviate, per quanto di competenza, a: EUROGAS s.r.l.
Sede legale e operativa: :Viale Milanofiori – Palazzo F 1– Strada 1 – 20090 ASSAGO (MI) 


Costi a carico dei Clienti per le attività svolte dalle Società di distribuzione, ai sensi della Delibera n°40/04 - Articolo 8
Importi, al netto delle imposte, per ogni accertamento documentale effettuato:
- euro 40,00 (quaranta), per gli impianti di utenza con portata termica complessiva minore o uguale a 34,8 kW;
- euro 50,00 (cinquanta), per gli impianti di utenza con portata termica maggiore di 34,8 kW e minore o uguale a 116 kW;
- euro 60,00 (sessanta), per gli impianti di utenza con portata termica complessiva maggiore di 116 kW.

Importi, al netto delle imposte, per ogni intervento di sospensione della fornitura gas a causa del mancato invio alla Società di distribuzione, della dichiarazione di conformità alla alla Legge n°46/90 o di dichiarazione equivalente dell’Installatore (per gli impianti non soggetti):
- euro 30,00 (trenta).

Gli importi di cui sopra saranno addebitati ai Clienti nella prima fattura emessa.

Assistenza Clienti

numero_clienti_eurogas

Nuova Apertura

Nuova Apertura a Settimo Torinese
Clicca qui per maggiori informazioni