• images/stories/slide/984338slide.jpg
  • images/stories/slide/slideb.jpg

Clicca qui per visualizzare l'offerta servizio tutela gas

CONDIZIONI ECONOMICHE DI FORNITURA DI GAS NATURALE DEL SERVIZIO DI TUTELA
(Delibera 64/09 dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas - di seguito AEEG)



L'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas (AEEG) ha definito, con delibera ARG/gas 159/08, la struttura delle tariffe di distribuzione e misura del gas naturale e ha approvato, con delibera ARG/gas 79/09, i valori delle suddette tariffe dal 1° luglio 2009.

L'AEEG ha successivamente emanato con Delibera 64/09 il Testo Integrato della Vendita al dettaglio di Gas Naturale che ha introdotto diverse novità per le tariffe gas, presentando nuovi valori di tariffa distribuzione e nuovi scaglioni di consumo, questi ultimi espressi in standard metro cubo (abbreviato in smc) e non più in megajoule (abbreviato in MJ).

Dal 01 luglio 2009 il valore di correzione M è stato sostituito dal coefficiente di correzione dei volumi C, variabile a seconda del Comune di residenza, che viene applicato sui consumi in metri cubi (abbreviato in mc) rilevati dal contatore. In bolletta, il Cliente troverà fatturati i metri cubi derivati dalla differenza fra la lettura attuale e la lettura precedente moltiplicata per il coefficiente C - risultato che permette di trasformare i volumi misurati dal contatore in volumi riportati in smc (condizioni standard di pressione e temperatura).

La tariffa del gas naturale, applicata in bolletta, è composta da due quote: una relativa al servizio di distribuzione e misura del gas naturale e una relativa al servizio di vendita.

Entrambe le tariffe sono composte da una quota fissa, espressa in Euro/punto di riconsegna/anno e da una quota variabile in funzione dei consumi, espressi in standard metro cubo (smc).
In bolletta il Cliente troverá:

- LA TARIFFA VENDITA (TARIFFA della LOCALITÀ) espressa in €/Smc che è il RISULTATO OTTENUTO SOMMANDO LE SEGUENTI VOCI:

QVD

Corrispettivo variabile relativo alla commercializzazione al dettaglio

CCI o CPM

Componente nazionale relativo alla commercializzazione all'ingrosso

Q0A

Componente relativa agli oneri aggiuntivi nazionale

QT

Componente tariffaria del trasporto, definita per ogni ambito tariffario

QS

Componente tariffaria dello stoccaggio

 

Acconti in bollette precedenti per quote energia su smc (eventuale)

- LA QUOTA FISSA di VENDITA espressa in €/punto di riconsegna/mese

QVD FISSA

Componenti fisse per punto di riconsegna

- LA TARIFFA DI DISTRIBUZIONE (TARIFFA DELL'AMBITO) che è il RISULTATO OTTENUTO SOMMANDO LE SEGUENTI:

UG2 variabile

t 3

UG1

GS

RE

RS

- LA QUOTA FISSA di DISTRIBUZIONE (QUOTA DELL'AMBITO) che è il RISULTATO OTTENUTO SOMMANDO LE SEGUENTI VOCI:

t 1 (dis)

t 1 (mis)

t 1 (cot)

UG2 fissa


Assistenza Clienti

numero_clienti_eurogas

Nuova Apertura

Nuova Apertura a Settimo Torinese
Clicca qui per maggiori informazioni